Dai luoghi idea(li) di Fabrizio Barca a Parma2020

 

Come anteprima della nostra festa giovedì 11 settembre al circolo App Colombofili abbiamo annunciato una collaborazione per noi molto importante: i circoli della città – attraverso la segreteria cittadina quale coordinatore del progetto di ParMap – entrano nella rete dei luoghi idea(li).


Durante la serata con Fabrizio Barca abbiamo scoperto lo spirito dei luoghi idea(li), frutto di un viaggio lungo un anno dopo la pubblicazione della sua memoria politica. Un progetto di progetti, nato per evidenziale azioni e strumenti di PD locali e farli diventare modelli. La prototipazione di un PD ideale. Con Mattia Diletti abbiamo capito concretamente come funziona la rete dei luoghi idea(li) e scoperto alcuni progetti tra quelli scelti.

Con la nostra presentazione siamo partiti dalle parole chiave che riteniamo accomunino i luoghi idea(li) con quanto stiamo facendo con la nuova segreteria della città. Dall’inizio dell’anno, infatti, anche alla luce della recente storia politica di Parma, abbiamo deciso che il deficit di conoscenza della città potesse essere affrontato e risolto con una nuova fase di sperimentazione, di partecipazione continuata (non solo durante le pur fondamentali primarie che sono fortunatamente nel DNA del PD) sia online che nei luoghi tradizionali della politica.

Quest’anno con ParMap abbiamo quindi abilitato una partecipazione concreta, attraverso l’utilizzo di strumenti digitali, per scoprire e capire le criticità di Parma. Dato che crediamo fortemente nel ruolo della politica abbiamo attivato la fase di monitoraggio partendo dalla preziosa rete dei circoli della città. A seguire abbiamo aperto il processo anche ai cittadini, alle associazioni ed ai portatori di competenze.

Questa esperienza ci sta confermando che i cittadini vogliono segnalare i problemi ma anche partecipare alla formulazione delle proposte e delle soluzioni. Inoltre le segnalazioni si stanno già trasformando in riflessioni che – ottemperando ad un ruolo della politica che riteniamo essenziale (pungolare la pubblica amministrazione perché assuma decisioni virtuose) –  ci porteranno a formulare richieste precise al Comune di Parma.

Ora, anche sulla base dei dati raccolti e degli incontri di questi mesi, è arrivato il momento di definire il nostro progetto. Per uscire dalla (solita) logica dell’emergenza e del breve termine, vogliamo attivare subito una nuova fase partecipata per disegnare il futuro della città: Parma2020. Ovviamente si parte dalle idee. Tenetevi pronti perché avremo bisogno dell’apporto di tutti.

Lorenzo Lavagetto, segretario cittadino del Partito Democratico di Parma.
Luca Cominassi, responsabile innovazione segreteria comunale del Partito Democratico di Parma.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *